Avvisi

9 Dicembre 2013

IMU – Saldo 2013

  Chi deve pagare

Presupposto dell’imposta è il possesso di fabbricati, di aree fabbricabili e di terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa ed ivi compresa l’abitazione principale e le pertinenze della stessa. L’imposta interessa i PROPRIETARI di immobili, ovvero il titolare di altro diritto reale di godimento quale USUFRUTTO, USO, ABITAZIONE, ENFITEUSI, SUPERFICIE.

 
  Aliquote e detrazioni stabilite dal Comune con Delibera Consiliare n. 35 del 09.11.2013

Descrizione Aliquota
totale
Quota
Comune
Quota
Stato
Detrazione per
Abitazione
Principale
Detrazione per ogni figlio con età
non superiore a 26 anni
(limite massimo 400 euro)
Aliquota base.
(tutte le altre tipologie di immobili)
0,90% 0,90% 0    
Aliquota per abitazione principale e relative pertinenze 0,60% 0,60% 0 200,00 50,00
Altri immobili classificati nel gruppo catastale D 0,90% 0,14% 0,76%    
Aliquota per fabbricati rurali ad uso strumentale Sono esenti i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 9 comma 3bis del D.L. 557/1993, ubicati nei Comuni classificati montani o parzialmente montani di cui all’elenco dei comuni  predisposto dall’Istat. (tra cui il Comune di Gallicano nel Lazio)

 
  Quanto si deve pagare

Per i fabbricati iscritti in catasto, il valore è costituito dal valore ottenuto applicando all’ammontare delle rendite risultanti in catasto, rivalutate del 5% (art. 3, comma 48 della Legge 23.12.1996, n. 662), i seguenti moltiplicatori:

Moltiplicatore Tipo immobile
160 Fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, con esclusione della categoria catastale A/10
80 Fabbricati classificati nella categoria catastale A/10
140 Fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5
55 Fabbricati classificati nella categoria catastale C/1
65 Fabbricati classificati nel gruppo catastale D
80 Fabbricati classificati nella categoria catastale D/5

AREE FABBRICABILI: Per le aree fabbricabili la base imponibile è costituita dal valore commerciale al 1° gennaio 2013, avendo riguardo alla zona territoriale di ubicazione, all’indice di fabbricabilità, alla destinazione d’uso consentita, agli oneri per eventuali lavori di adattamento del terreno necessari per la costruzione, ai prezzi medi rilevati sul mercato dalla vendita di aree aventi analoghe caratteristiche.

 
  Come si paga

Il versamento dovuto a saldo si dovrà versare dal 1° al 16 dicembre.
I versamenti con F24 devono essere effettuati in modo disgiunto, per la parte di competenza dello Stato e per la parte di competenza del Comune, secondo i codici sotto indicati nella tabella.
Si rammenta infine che gli importi devono essere arrotondati all’euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.

Elenco Codici  F24:

Descrizione immobile Codice Comune Codice Tributo – Comune Codice Tributo – Stato
Abitazione principale e pertinenze D875 3912  
Fabbricati rurali ad uso strumentale D875 3913  
Terreni D875 3914  
Aree fabbricabili D875 3916  
Fabbricati di categoria catastale “D” D875 3930 3925
Altri fabbricati D875 3918  

 
  Specifica riguardante la seconda rata per l’abitazione principale (D.L. 30.11.2013, n. 133)

Il Decreto Legge n. 133/2013 (salvo eventuale modifica in sede di conversione in legge, che sarà tempestivamente comunicato stesso mezzo), stabilisce: per il calcolo della seconda rata dell’IMU per l’abitazione principale non è dovuta la quota risultante dall’applicazione dell’aliquota base (0,4%), l’eccedenza stabilita dal Comune è dovuta nella misura del 40% e dovrà essere versata entro il 16 gennaio 2014.

Di seguito si riporta un esempio di calcolo dell’imposta per una abitazione principale con rendita pari a € 600,00:

  Redita di esempio Rendita
rivalutata
del 5%
Moltiplicatore Valore immobile Aliquota Imposta calcolata Detrazione Dovuto
Aliquota stabilita dal Comune 600,00 630,00 160 100.800,00 0,60% 604,80 200,00 404,80
Aliquota base 600,00 600,00 160 100.800,00 0,40% 604,80 200,00 203,20
 Differenza  201,60
Dovuto 40% (arrotondato)  81,00

 
  Sistema di calcolo del saldo IMU

  Servizio di assistenza ai Contribuenti
 

 

Allegati

⭕️ INFORMAZIONE SUI CASI POSITIVI AL COVID-19 SUL TERRITORIO DI GALLICANO NEL LAZIO, MARTEDÌ 11 GENNAIO. Di seguito la situazione. ✅Gallicano attualmente ha CENTOSESSANTA (160) CASI ATTUALMENTE ATTIVI. Informiamo i nostri concittadini che già sono state predisposte tutte le misure previste dalle autorità sanitarie. Stanno trascorrendo l'isolamento a Gallicano presso la propria abitazione di residenza, nessun cittadino è tra i ricoverati in ospedale. L'Amministrazione Comunale augura a tutti loro una pronta guarigione. Invitiamo ancora una volta tutta la comunità al rispetto puntuale delle regole date dalle autorità preposte:📌distanziamento 🔛📌uso delle mascherine 😷 📌lavaggio frequente delle mani ✋ “Assistiamo ad un aumento, anzi ad un raddoppio dei casi attualmente positivi in una sola settimana. Il trend è in forte aumento, mi conforta che, per il momento, nessun nostro cittadino è ricoverato, segno che la campagna vaccinale è stata efficiente e i ha messo al riparo dalle forme gravi della malattia. Faccio come sempre appello al buon senso ed al rispetto delle regole. Un augurio di pronta guarigione a tutti i positivi!” Il Sindaco Pietro Colagrossi ... See MoreSee Less
View on Facebook
Oggetto: evoluzione del quadro epidemiologico e misure di contenimento della diffusione del SarS-CoV-2 Rientro a scuola in sicurezza In considerazione dell’andamento della curva epidemiologica – anche con riferimento alle caratteristiche della nuova variante “omicron” - e del prossimo rientro alla scuola in presenza, è necessario consolidare azioni sinergiche e coordinate fra gli operatori sanitari e gli enti locali, ed implementare la qualità della comunicazione alla popolazione, finalizzata alla comprensione della situazione e al coinvolgimento generale nelle azioni di contrasto.Il ruolo dell’ASL1. attivazione di un servizio di messaggistica SMS che raggiunge l’Utente con un’informazione iniziale tempestiva;2. attivazione di un servizio mail finalizzato alla trasmissione di tutte le indicazioni necessarie per far fronte alla positività e l’invito a rivolgersi immediatamente al proprio medico di famiglia in caso di dubbi o preoccupazioni sulla propria malattia;3. potenziamento del servizio di chiamata attiva degli Utenti positivi;4. potenziamento del servizio mail - sisp@aslroma5.it - dedicato ad Utenti “fragili” (senza medico di famiglia, gravide, con patologie croniche, anziani, non completamente vaccinati o non vaccinati);5. prosecuzione dell’ordinario servizio di comunicazione ai Comuni dei nuovi positivi, dei guariti e degli attualmente contagiosi;6. Nelle aree a maggiore incidenza di nuovi casi, gli studenti di diverse classi – per il tramite dei dirigenti scolastici - verranno invitati nei drive tamponi aziendali, per effettuare un test prima del rientro a scuola, nelle giornate di sabato 8 e domenica 9 gennaio. Il ruolo delle scuole.Numerosi studi hanno dimostrato che la scuola, qualora correttamente adottate tutte le specifiche misure di contenimento per la diffusione del contagio, non rivestono un ruolo cruciale nell’incremento dei casi.In considerazione dell’attuale fase pandemica e del prossimo rientro a scuola in presenza degli studenti è fondamentale:1. Il rigido rispetto delle indicazioni di cui all’ultimo DPCM (5 gennaio) in materia di misure di contenimento della diffusione del contagio, anche in ambiente scolastico;2. Utilizzare in maniera corretta il software messo a disposizione dalla ASL Roma 5 per la fluidificazione di tutti i passaggi e delle comunicazioni genitori-scuola-SISP;3. La costante preliminare condivisione con il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della ASL delle strategie da intraprendere per il contenimento della diffusione del contagio, ivi incluse le possibili misure più “drastiche” quali la sospensione dell’attività in presenza.Il ruolo delle famiglie per la scuola sicura.Le famiglie devono osservare poche, ma importanti attenzioni, al fine di ridurre il rischio di trasmissione del virus:1. se il bambino mostra sintomi riferibili al covid (febbre, raffreddore, mal di gola, mal di testa, sintomi gastrointestinali, perdita di gusto e/o olfatto), anche se leggeri, il pediatra o medico di famiglia deve essere contattato prima di inviare il bambino a scuola;2. comunicare immediatamente alla scuola l’eventuale positività ad un test per la ricerca di SARS-CoV-2 del proprio figlio, in maniera tale da permettere la rapida messa in atto delle misure previste per il contenimento del contagio: si ricorda che per i test rapidi non è più necessario avere una conferma con un test molecolare;3. agevolare il rispetto dei termini della quarantena/isolamento, anche se il bambino è completamente asintomatico e in apparente buona salute;4. promozione dei corretti comportamenti volti al contenimento della diffusione del contagio, quali l’uso della mascherina FFP2, il distanziamento, l’igiene frequente delle mani;5. far effettuare il test al/la studente/ssa nel momento in cui viene prescritto dalla ASL, prenotando presso uno dei drive tamponi dell’ASL o nelle farmacie dove sarà possibile effettuarlo gratuitamente (per le fasce d’età degli studenti). Il ruolo degli amministratori locali.Prosecuzione ed implementazione delle misure specifiche di mitigazione dei contagi che dovranno essere tenute in considerazione:1. evitare occasioni di assembramento della popolazione e limitare eventi di gruppo;2. implementazione e promozione di una comunicazione chiara e comprensibile alla Cittadinanza, anche con riguardo al ventaglio dell’offerta diagnostica – drive-in tamponi, test rapidi in farmacia, assistenza da parte dei MMG/PLS;3. supporto ai dirigenti scolastici e agevolazione del costante dialogo con la ASL, scongiurando iniziative autonome e limitative della frequenza da parte degli studenti in assenza di una preliminare condivisione delle motivazioni con il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica;4. promozione continua e costante della campagna vaccinale anti-COVID tra la Cittadinanza. ... See MoreSee Less
View on Facebook
A seguito di colloqui intercorsi tra le istituzioni negli ultimi giorni tra l’Amministrazione Comunale, la Scuola e l'Asl, la struttura sanitaria, in base ai dati in suo possesso, ha ritenuto opportuno effettuare lo screening nella giornata di domani alle sole classi interessate da episodi di positività al Covid. Le classi sono già state avvisate ed il comunicato ufficiale verrà inserito nel registro di classe. Qualora la asl, sempre in base ai dati analizzati costantemente , ravvisasse nuove situazione da attenzionare, procederà all’attività di screening anche su ulteriori classi. “È un momento molto particolare, esorto tutta la cittadinanza alla massima prudenza ed al rispetto scrupoloso delle norme e delle prescrizioni sanitarie. Aggiorneremo in questi giorni, come di consueto, l’andamento dell’epidemia a Gallicano non appena la Asl ci fornirà i dati. Evitiamo gli assembramenti, indossiamo le mascherine e sanifichiamoci frequentemente le mani, il virus in questa fase corre forte”. Il Sindaco Pietro Colagrossi ... See MoreSee Less
View on Facebook

Ultimi articoli

Avvisi 11 Gennaio 2022

Aggiornamento Piano Triennale Anticorruzione 2022-2024- Procedura aperta alla consultazione

Questa amministrazione, nell’ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia ditrasparenza e d’interventi per la prevenzione ed il contrasto della corruzione, su proposta del ResponsabileAnticorruzione, deve approvare entro il 31 gennaio 2022 il Piano Triennale di prevenzione della Corruzione e trasparenza (PTPCT) 2022-2024.

Avvisi 9 Gennaio 2022

AVVISO – Martedì 11.01.2022 Chiusura Ufficio Anagrafe per aggiornamento dati archivi

Si comunica ai cittadini che martedì 11 Gennaio 2022 l’Ufficio Anagrafe resterà chiuso per aggiornamento dei dati archivi.

Avvisi 9 Gennaio 2022

Avviso – Lunedi 10.01.2022 Apertura Ufficio Protocollo alle 10.30

Si avvisano i cittadini che lunedì 10.1.

Avvisi 27 Dicembre 2021

CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE DEL 27 DICEMBRE 2021 – MODIFICA MODALITA’ DI SVOLGIMENTO.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE VISTO il T.U.

torna all'inizio del contenuto