Avvisi

21 Giugno 2021

PREVENZIONE INCENDI BOSCHIVI 2020 – PERIODO DI MASSIMO RISCHIO DI INCENDI BOSCHIVI DAL 15 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE 2021

Durante il periodo compreso tra il 15 giugno ed il 30 settembre 2021, stabilito di “grave pericolosità” a rischio di incendio boschivo:
1) È fatto divieto, in prossimità dei boschi, terreni agrari e/o cespugliati, lungo le strade comunali, provinciali e statali ricadenti nel territorio di Gallicano nel Lazio ed in tutte le aree del Comune a rischio di incendio di vegetazione o di incendio boschivo:
• Accendere fuochi di ogni genere;
• Far brillare mine o usare esplosivi;
• Aprire o ripulire i viali parafuoco con l’uso del fuoco;
• Usare
• Fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese o qualsiasi altro materiale acceso o allo stato di brace e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo immediato o mediato di incendio;
• Esercire attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e/o mongolfiere di carta meglio note come lanterne volanti dotate di fiamme libere, nonché altri articoli pirotecnici;
• Fermare o sostare al di sopra di vegetazione secca con mezzi a motore caldo;
• Transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali nel rispetto delle norme e dei regolamenti vigenti;
• Usare apparecchi a fiamma libera o lettrici che producono faville;
• Compiere ogni operazione che possa generare fiamma libera, con conseguente pericolo d’innesco.
• Mantenere la vegetazione infestante e rifiuti facilmente infiammabili nelle aree esposte agli incendi, specialmente vicino alle abitazioni e fabbricati.

2) I proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte, i proprietari di villette e gli amministratori di stabili con annesse aree a verde, i responsabili di cantieri edili e stradali, i responsabili di strutture turistiche, artigianali, commerciali, con annesse aree pertinenziali, dovranno provvedere ad effettuare i relativi interventi di pulizia a propria cura e spese dei terreni invasi da vegetazione, mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità pubblica e l’igiene pubblica, in particolar modo provvedendo all’estirpazione di sterpaglie e cespugli, nonché al taglio di siepi vive, di vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade e alla rimozione di rifiuti e quant’altro possa essere veicolo di incendio, mantenendo per tutto il periodo estivo condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi.

3) La sterpaglia, la vegetazione secca in genere presente, in prossimità di strade pubbliche e private, nonché in prossimità di fabbricati e/o impianti ed in prossimità di lotti interclusi, di confini di proprietà e comunque del centro abitato, dovranno essere eliminati per una fascia di rispetto di larghezza non inferiore a mt. 10,00;ù

4) I concessionari di impianti esterni di GPL e gasolio, in serbatoi fissi, per uso domestico, hanno l’obbligo mantenere sgombra e priva di vegetazione l’area circostante al serbatoio per un raggio non inferiore a mt. 10,00;

5) I proprietari ed i conduttori dei motori a scoppio o a combustione destinati ad azionare i mezzi agricoli, hanno l’obbligo, durante l’uso, di tenere applicato all’estremità superiore del tubo di scappamento un idoneo dispositivo parascintille;

6) I detentori di cascinali, fienili, ricoveri stallatici e di qualsiasi costruzione ed impianto agricolo, dovranno lasciare intorno a dette strutture, una fascia di rispetto, completamente sgombra di vegetazione infestante, di larghezza non inferiore a mt. 10,00.

SANZIONI

– Nel caso di mancato diserbo di aree incolte in genere e interessanti fronti stradali di pubblico transito sarà elevata una sanzione da € 168,00 a € 674,00 determinata ai sensi dell’art. 29 del codice della strada ss.mm.;

– Nel caso di procurato incendio a seguito della esecuzione di azioni e attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco d’incendio durante il periodo dal 15 Giugno al 30 Settembre, sarà applicata una sanzione amministrativa non inferiore a €. 1.032,00 e non superiore ad €. 10.329,00, ai sensi dell’art. 10 della Legge n° 353/21-11-2000 e ss.mm.. a carico    degli    inadempimenti,    verrà    nel    contempo    inoltrata denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.

– Ogni altra violazione alle disposizioni della presente Ordinanza, relativamente al mancato rispetto dell’esecuzione degli interventi previsti, che non rientra nelle sanzioni suddette, è punita con la sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro, ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs 267/200.

RICORDA

• CHE ad ogni cittadino incombe l’obbligo di prestare la propria opera in occasione del verificarsi di un incendio nelle campagne, nei boschi e nelle zone urbane o periferiche;
• CHE chiunque avvisti un incendio che interessi o minacci l’incolumità pubblica è tenuto a darne comunicazione immediata ad una delle seguenti Amministrazioni:

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO TEL. 115;
– SALA OPERATIVA PROTEZIONE CIVILE REGIONALE TEL. 803 555;
– REGIONE CARABINIERI FORESTALE DEL LAZIO STAZIONE DI PALESTRINA TEL. 06/6538630;
– POLIZIA MUNICIPALE DI GALLICANO NEL LAZIO 06/95460188;
– COMANDO   STAZIONE    CARABINIERI    DI GALLICANO NEL LAZIO TEL. 06/95460094;

 

PREVENZIONE INCENDI BOSCHIVI 2020 – PERIODO DI MASSIMO RISCHIO DI INCENDI BOSCHIVI DAL 15 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE 2021
This message is only visible to admins.
Problem displaying Facebook posts.
Click to show error
Error: Server configuration issue

Ultimi articoli

Avvisi 18 Maggio 2022

Calendario consegna sacchi per la raccolta differenziata

Si comunica agli utenti che la consegna dei sacchi per la raccolta differenziata, avverrà nei giorni e negli orari indicati di seguito.

Avvisi 5 Maggio 2022

Voto Domiciliare Referendum – Richiesta

L’Amministrazione rende noto che sono ammessi al voto domiciliare gli elettori: affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano; affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi di trasporto pubblico appositamente organizzati.

Avvisi 5 Maggio 2022

Nuovi orari TPL dal 03.05.2022

Di seguito gli orari del servizio TPL da martedì 03 maggio: Ore 07.

News 26 Aprile 2022

Bonus idrico integrativo 2022 Acea ATO 2

Bonus idrico integrativo È il bonus previsto nell’Ato 2 Lazio centrale Roma per la fornitura di acqua agli utenti domestici residenti in condizioni di disagio economico sociale ai sensi dell’art.

torna all'inizio del contenuto