Avvisi

3 Ottobre 2013

Siamo in buone acque

Il semplice gesto di aprire il rubinetto di casa nasconde numerose attività: dal prelievo dell’acqua alla potabilizzazione, dalla raccolta in fognatura alla depurazione, dal monitoraggio periodico della qualità dell’acqua all’esecuzione degli investimenti sulla rete e sugli impianti.

 

►►   A chi è affidata la gestione dell’acqua nel nostro Comune?

La gestione del sistema idrico integrato del nostro territorio è affidato all’Acea Ato2 S.p.A.

►►   Quali sono i compiti del gestore?

Il gestore è chiamato a fornire il servizio al cittadino.

Tale compito è caratterizzato da una molteplicità di attività.

Fornire l’acqua al cittadino significa:

•  prelevare, potabilizzare, gestire la rete acquedottistica e distribuire l’acqua ad uso civile;
•  gestire la rete di fognatura e gli impianti di depurazione delle acque reflue;
•  monitorare la qualità dell’acqua potabile distribuita ai cittadini e la qualità dell’acqua depurata e restituita all’ambiente, affinché siano garantiti il rispetto delle normative vigenti;
•  eseguire gli investimenti richiesti dalle autorità competenti.

►►   Chi interviene nel controllo dell’acqua?

La funzione di monitoraggio ambientale e di controllo dell’acqua viene esercitata, a livello locale, da più soggetti con specifiche competenze: la ASL Roma G, l’Acea Ato2 e l’ARPA Lazio.

Verifica subito la qualità dell’acqua del tuo rubinetto!

►►   Quanti controlli vengono effettuati nell’arco dell’anno?

La ASL effettua periodicamente i controlli su serbatoi e fontane pubbliche presenti sul territorio secondo uno specifico cronoprogramma.

L’Acea Ato2 effettua i controlli con separata e autonoma metodologia.

►►   Quanti sono i punti di prelievo?

Complessivamente i punti di prelievo sul territorio comunale sono 15 .

►►   Come sono gestite eventuali non conformità della qualità delle acque?

Le non conformità sono gestite secondo quanto previsto dalle procedure.

Le azioni per ogni singolo caso sono specifiche e commisurate al tipo di non conformità e generalmente consistono in:

•  sopralluogo sulle reti e gli impianti interessati;
•  campionamenti specifici di verifica e di controllo sul punto nel quale è stato rilevato lo stato di non conformità e sui punti di campionamento idraulicamente correlati;
•  verifica dei sistemi di trattamento;
•  eventuali attività operative sulle reti e sugli impianti finalizzate alla rimozione delle cause di non conformità;
•  comunicazione ai Sindaci territorialmente competenti per l’attuazione di eventuali specifici provvedimenti indicati dalla ASL Roma G.

Rappresentativo dell’efficienza del sistema è l’unico recente caso della fontanella sita in Viale Aldo Moro (altezza Via Pio La Torre):

•  con nota del 02.09.2013 la ASL Roma G chiede l’intervento del Comune per interdire al consumo umano l’acqua della fontanella risultata contaminata;
•  il Comune provvede ad apporre apposita segnalazione sulla fontanella;
•  l’Acea Ato2 interviene per eliminare l’inconveniente;
•  la ASL ripete i prelievi per verificare la conformità della qualità dell’acqua e a tal proposito il Sindaco richiede un prelievo congiunto ASL Roma G-Acea Ato2 per maggior sicurezza;
•  con nota del 02.10.2013 la ASL revoca l’interdizione al consumo umano dell’acqua proveniente dalla fontanella.

►►   Qual è il ruolo del Comune nella gestione delle acque?

Al Comune, nella figura del Sindaco, spetta la tutela della salute pubblica in collaborazione con la ASL Roma G che esercita il controllo ufficiale e la vigilanza sulle acque destinate al consumo umano.

 

Allegati

This message is only visible to admins.
Problem displaying Facebook posts.
Click to show error
Error: Server configuration issue

Ultimi articoli

News 12 Settembre 2022

Avviso di utilizzo della Palestra Comunale per le Società e Associazioni Sportive Locali in orario extrascolastico

In esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 80 del 01-09-2022, Il Responsabiledell’Area C – Urbanistica e Territorio rende noto che, le Società e Associazioni Sportivelocali, possono presentare specifica richiesta per l’utilizzo, in orario extrascolastico, dellaPalestra comunale ed i suoi annessi (spogliatoi e servizi igienici) sita in piazzaleMontessori, per attività sportive che siano compatibili con la struttura e non pregiudichinole attività didattiche.

torna all'inizio del contenuto